[Road to #scopriamolecarte 9 giugno] Rossella Sobrero: verso il cambiamento

0
551
#scopriamolecarte

Volentieri, pubblichiamo l’abstract di un’altra dei nostri keynote speaker del 9 giugno: Rossella Sobrero, esperta di comunicazione sociale, CSR e sostenibilità e presidente di Koinètica.

1 – CAMBIA IL MODO DI FARE IMPRESA

All’impresa oggi si chiede di essere attenta al profitto, senza il quale non si genera sviluppo economico e benessere, ma di considerarlo non il fine ultimo quanto il mezzo per raggiungere anche altri obiettivi: dare continuità alla propria attività innovando e adeguandosi alle mutate esigenze del mercato, partecipare allo sviluppo del territorio, salvaguardare l’ambiente. Oltre che generare lavoro per i propri dipendenti, assicurare prodotti di qualità ai propri clienti, garantire ai fornitori un puntuale rispetto degli impegni…

Si affacciamo sul mercato anche nuove realtà: cresce in Italia il numero delle Benefit Corporation, aziende che svolgono attività di business dove il conseguimento del profitto si affianca l’obiettivo di avere un impatto positivo sulla società e sull’ambiente assumendo formalmente obblighi di trasparenza e responsabilità verso tutti gli stakeholder.

2 – CAMBIANO LE ATTESE

Oggi le persone chiedono alle imprese, ma in generale tutte le organizzazioni, di innovare mettendo al primo posto valori sociali e ambientali. Se guardiamo al risultato finale di un processo d’innovazione, l’approccio tradizionale determina prodotti e servizi che rispondono alle esigenze della domanda con modalità più efficaci ed economiche di quelli esistenti. Un approccio che tiene conto della sostenibilità offre soluzioni in grado di rispondere ai bisogni utilizzando, per esempio, meno risorse e riducendo l’impatto ambientale.

Non è la sostenibilità ad avere bisogno dell’innovazione ma è l’innovazione ad avere bisogno della sostenibilità, dei suoi valori e delle sue metodologie per ottenere effetti significativi sullo sviluppo economico e sociale. Le imprese ad alta sostenibilità performano meglio, anche sotto il profilo dei risultati finanziari, rispetto a quelle prive di percorsi di CSR codificati e di adeguate strategie di coinvolgimento degli stakeholder.

3 – CAMBIA IL RUOLO DELLA COMUNICAZIONE

Essere responsabili, trasparenti, coerenti non è più sufficiente: bisogna modificare il modo stesso di concepire le relazioni nei processi decisionali e nelle strategie di comunicazione.

Si sta passando da un approccio tattico a una visione strategica della sostenibilità: le organizzazioni, in particolare le imprese, hanno compreso l’importanza da un lato di adottare politiche responsabili, dall’altro di ingaggiare in modo nuovo gli stakeholder interni ed esterni.

Un percorso verso il valore condiviso dove una comunicazione inline – capace cioè di integrare strategie off e online – permette di valorizzare l’impegno sociale e ambientale dell’organizzazione.