La rete è ormai una parte essenziale della nostra vita quotidiana: la usiamo per restare in contatto con familiari e amici, per gli acquisti, per informarci, per avere indicazioni su dove andare o sui mezzi di trasporto, per pagare i conti, per ascoltare musica e molto altro. Ma non dobbiamo dimenticare che oltre a offrire molte possibilità internet nasconde delle insidie: ad esempio tentativi di avere informazioni su di noi anche senza il nostro consenso o atti persecutori contro le donne.

La buona notizia è che si possono intraprendere azioni semplici per essere protetti da queste persone e dalle minacce della rete in generale. Nasce con questa mission il Manuale di autodifesa digitale (scarica qui il pdf) un libretto dove si trovano alcuni semplici suggerimenti per un uso più consapevole dello smartphone, dei social network, delle password, delle app, della posta elettronica, delle chat, di tutto quanto insomma può e deve essere usato con maggiore attenzione pur restando parte della nostra vita quotidiana. Suggerimenti alla portata di tutti, scritti con un linguaggio non specialistico ma di facile fruizione, per evitare cattive abitudini e imparare le buone pratiche nell’uso della rete.

Il libretto, nato da un’idea di Flavia Marzano, già assessora a Roma Semplice, docente della Link Campus University e socia di Stati Generali dell’Innovazione, è stato presentato nel corso di una conferenza stampa online. Oltre a Flavia Marzano, che ha anche coordinato i lavori, hanno partecipato: On.Valeria Valente, Presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio, nonché su ogni forma di violenza di genere; Monica Lozzi, Presidente del VII Municipio di Roma Capitale; On.Vittoria Baldino, Camera dei Deputati.

Il Manuale di Autodifesa Digitale è un progetto nato in collaborazione con: VII Municipio Roma Capitale; The Smart City Association Italy; Stati Generali dell’Innovazione; EWMD; ZeroUno Informatica; HDEMIA di Belle Arti SantaGiulia.