Spunti di riflessione su riforma del lavoro e Agenda Digitale Italiana da parte di Nello Iacono, vicepresidente di Stati Generali dell’Innovazione:

Il disegno di legge sul mercato del lavoro realizzato dal governo e frutto di una non facile negoziazione, sembra non aver risolto i temi principali sul tavolo, dalle forme contrattuali, alla governance delle politiche del lavoro, all’adeguamento al nuovo modello del lavoro che la società digitale richiede. Ci si aspetta che almeno quest’ultimo punto sia indirizzato nell’Agenda Digitale Italiana, in preparazione e in attesa di una prossima reale e innovativa riforma del lavoro

Continua a leggere l’articolo su Egovnews.it

Informazioni sull'autore

2 commenti su “Il futuro del lavoro, la riforma che verrà e l’Agenda Digitale Italiana”

  1. Sono sempre più pessimista sulla possibilità che questo governo tecnico sia in grado di decidere “al di sopra delle parti” e semplicemente guidato dal buon senso e da giuste ricette tecniche. Giorno dopo giorno vediamo i lacci ed i laccioli che la politica crea se la direzione presa non coincide con i propri indirizzi politici.
    Scrivevo queste cose qualche tempo fa (http://www.attilioaromita.com/2012/03/utopici-governi-tecnici.html ) e mi secca tanto pensare che ero nel giusto 🙁

  2. Lo scorso anno un gruppo di consulenti e docenti, sponsorizzati da ASSOKNOWELEDGE, hanno redatto uuna breve “Guuida all’Innovazione per le PMI”.
    Questo opusculo è disponibile sul mio sito e può essere reso disponibile come eBook da pubblicare.

Lascia un commento