Crowddreaming: i giovani co-creano culture digitali” – III Edizione

0
268
CrowdDreaming

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato di presentazione della III edizione del concorso “Crowddreaming: i giovani co-creano culture digitali” [qui e qui, i vincitori delle precedenti edizioni]


Piazza Europa
Monumento digitale collettivo dell’interculturalità europea.

Concorso “Crowddreaming: i giovani co-creano culture digitali” – III Edizione

Lunedì 11 dicembre, dalle ore 9:45 alle 11:30, presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati alla presenza della Presidente della Commissione Cultura della Camera dei Deputati, On. Flavia Piccoli Nardelli, dell’On. Anna Ascani, Commissione Cultura della Camera dei Deputati e dell’On. Silvia Costa, Commissione Cultura del Parlamento Europeo, la rete Digital Cultural Heritage, Arts & Humanities School presenterà la Terza Edizione del Concorso “Crowddreaming: i giovani co-creano culture digitali” dal titolo “Piazza Europa: monumento digitale collettivo dell’interculturalità europea”.

La Terza edizione del Concorso è parte di una più ampia programmazione di iniziative che la rete DiCultHer ha avviato in vista del 2018, anno europeo del patrimonio culturale, tra cui il Convegno  “a rete” dal titolo “La Via Digitale. Comunicare il patrimonio.” (novembre 2017-febbraio 2018); la Terza edizione della Settimana delle culture digitali “Antonio Ruberti” (9-14 aprile 2018) e, “#HackCultura2018: L’hackathon degli studenti per la titolarità culturale”.

Piazza Europa consente a studenti, insegnanti e cittadini non solo italiani di comunicare l’immagine dell’Europa che hanno percepito in questi decenni di politica dell’Unione e che consente loro di dichiararsi cittadini europei.

Piazza Europa vuole rivelare una rete capillare di valori, monumenti, itinerari, icone sinora rimasto senza parola, attraverso una partecipazione diffusa, attiva e creativa. In particolare aperta ai cittadini che lavorano nella formazione come studenti e come i loro insegnanti.

Piazza Europa chiama gli studenti a riflettere su due grandi temi, che si intrecciano nella costruzione di un futuro comune: l’Europa come “il più grande e attrattivo laboratorio interculturale del pianeta (M. Rak, 2010)” e l’avvento per la prima volta nella storia dell’umanità di generazioni creatrici di culture digitali.

Piazza Europa propone perciò agli studenti di ordine e grado una doppia sfida: concorrere all’ideazione di un monumento nativamente digitale come loro e partecipare alla definizione del ruolo dell’Italia in una desiderabile Europa digitale interculturale nel prossimo futuro a partire dal 2018, Anno Europeo del Patrimonio Culturale.

Piazza Europa premia gli studenti che avranno proposto le idee migliori con l’opportunità di scoprire il mondo della collaborazione online con affermati professionisti del settore digitale. Premia anche i loro insegnanti con una edizione con tutoraggio dedicato del corso online “Nuovi paradigmi di interazione nell’ambito del Digital Heritage” a cura dell’Università Politecnica delle Marche per la piattaforma EduOpen.

PROGRAMMA

Presiedono:

– Flavia Piccoli Nardelli, Presidente Commissione Cultura, Camera dei Deputati

– Silvia Costa, Europarlamentare, Commissione Cultura Parlamento Europeo

– Anna Ascani, Commissione Cultura, Camera dei Deputati

Introducono:

– Carmine Marinucci, ENEA, Segretario Generale DiCultHer

– Germano Paini, Università degli Studi di Torino, Presidenza DiCultHer

– Michele Rak, European Panel for the European Heritage Label

– Paolo Russo, Segretario Generale Stati Generali Innovazione