Risorse del Recovery Fund per rendere accessibile, sicuro e navigabile il fiume Tevere?Agenda Tevere Onlus, progetto a cui Stati Generali dell’Innovazione partecipa in qualità di socio, commenta (e rilancia) la proposta del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Rendere il fiume Tevere finalmente accessibile, sicuro e navigabile. Restituirlo alla sua antica funzione di asse strategico sul quale incardinare la riqualificazione di tutto il bacino fluviale e dei suoi territori.
Agenda Tevere Onlus nel 2017 promuove il Contratto di Fiume Tevere, da Castel Giubileo alla foce con questo obiettivo e da anni porta avanti questo progetto.
Il cuore della nostra azione è la riqualificazione del fiume nel suo complesso, coinvolgendo gli attori e le associazioni del territorio per restituire al fiume Tevere la sua secolare funzione, quella di essere un ecosistema realmente vissuto da tutti, una infrastruttura blu per la città di Roma.
Un obiettivo in linea con uno degli asset fondamentali del Recovery Fund, quello del Green New Deal, sul quale nei prossimi anni sarà impegnato il sistema Paese.
La nostra strategia si articola in diverse azioni: rendere le sponde e le acque sicure, accessibili e senza barriere e soprattutto costruire un sistema di governance che possa garantirne la manutenzione ordinaria e straordinaria nel tempo.
Il progetto di navigabilità del Tevere è stato più volte rilanciato negli anni, ma finora mai compiutamente realizzato.
Per questo abbiamo appreso con interesse la proposta di inserire nei piani del Recovery Fund il progetto “Tevere, dal mare a Roma percorrendo il fiume” avanzata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in collaborazione con la Città Metropolitana di Roma.
È una concreta possibilità di realizzare un progetto strutturale integrato e partecipato per il fiume nell’ambito del Contratto di Fiume Tevere, da Castel Giubileo alla foce.
Invitiamo quindi il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti al dialogo col territorio.
Con questa finalità Agenda Tevere Onlus chiede al più presto un incontro con la Ministra Paola De Micheli e con il Sottosegretario Roberto Traversi.


Articolo precedenteWebinar “Blockchain: esempi applicativi / use cases”
Articolo successivoDati Bene Comune. Covid-19 e aree territoriali: i dati contano se rac-contano bene