Proseguono i lavori del progetto europeo STEAMonEdu, che vede coinvolti Stati Generali dell’Innovazione insieme a partner da Grecia, Germania, Romania e Spagna, tra i quali il Direttorato per la Grecia Occidentale del Ministero dell’Educazione greco.

Obiettivo del progetto è creare un sistema completo per la promozione di iniziative didattiche basate sull’approccio STE(A)M e la formazione dei docenti interessati. Caratteristica saliente è l’approccio grassroot che parte dal coinvolgimento attivo di docenti e personale delle scuole che hanno realizzato progetti STE(A)M e dalla loro analisi.

Il periodo di lockdown dovuto al Covid-19 non ha rallentato il progredire delle attività progettuali, il team infatti ha continuato a lavorare ininterrottamente, collaborando e confrontandosi in modo proficuo e regolare.
Nei giorni 25-26 giugno SGI ha organizzato il secondo partner meeting del progetto: originariamente previsto a Roma, il TPM si è dovuto tenere online. SGI ha gestito la parte tecnica, predisponendo un sistema avanzato che ha consentito di gestire efficacemente non solo la conversazione, ma anche le procedure di registrazione, voto e produzione dei report sui lavori.

Paolo Russo, coordinatore del progetto per SGI, spiega come si sono svolti i lavori della prima giornata: «Durante il meeting particolare attenzione è stata dedicata alla creazione della Community e alla raccolta di buone pratiche e di policy. Una fase che vede SGI coinvolta come responsabile della creazione di una guida di buoni esempi, che sarà parte integrante del toolkit finale. Sono state raccolte oltre 50 buone pratichecontinua Russo – e ci sono già circa 150 docenti registrati nella piattaforma, provenienti non solo dai Paesi partecipanti. Dall’Italia abbiamo già 14 buone pratiche e 15 membri della community, in buona parte provenienti dalla community di Crowddreaming: un buon esempio di co-generazione di valore tra progetti, che è uno dei cardini della filosofia di partecipazione di SGI ai progetti europei».

Parlando di collaborazione e co-generazione di valore, si è rivelata molto produttiva la sessione speciale promossa dal coordinatore CTI per una reciproca presentazione con i progetti europei CHOICE* e STEAM-IT*, entrambi dedicati al mondo STE(A)M. «La sessione ha prodotto un accordo per lo sviluppo di sinergie e condivisione di risultati non comune nel settore», conclude Russo.

Nella seconda giornata i partners di progetto si sono concentrati in particolare sulla pianificazione del corso online che verrà erogato in modalità MOOC: lo sviluppo della piattaforma, la valutazione dell’impatto e degli strumenti educativi che verranno prodotti dal progetto. I lavori si sono conclusi con una panoramica sullo stato dell’arte del progetto e le attività di disseminazione.

Infine è stata stabilita la data per il prossimo meeting di progetto che si svolgerà a gennaio 2021 a Barcellona, con la speranza di potersi incontrare di persona.

 

*CHOICE – Increasing young people’s motivation to choose STEM careers through an Innovative Cross-disciplinary STE(A)M approach to education.

*STEAM-IT – An integrated STEM teaching approach and framework