A otto anni dalla sua nascita, Stati Generali dell’Innovazione si conferma sempre più protagonista della Trasformazione Digitale della nostra società, in Italia e in Europa.

Tante le attività e i progetti messi in campo, ad iniziare dalla presenza e contributo ai più importanti tavoli per l’innovazione dei processi e lo sviluppo responsabile: l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), Open Government Partnership, Internet Governance Forum, User Forum Nazionale di Copernicus, Forum Innovazione di Roma Capitale, gruppi di lavoro UNINFO, solo per citarne alcuni.

«Presidiando vari settori applicativi nell’Economia Digitale – Blockchain, Data Management /Intelligenza Artificiale, Etica e Innovazione, GIS/Geomatica, Net Neutrality, Regolamentazione/Next Generation Access, monitoraggio Infrastrutture a rischio, Smart Platforms, … – la nostra associazione si pone come “Senior Advisory Team” multidisciplinare sui principali temi dell’Economia Digitale», spiega Fulvio Ananasso, Presidente SGI, nel un suo articolo pubblicato sulla testata Key4biz.it, in cui analizza lo stato dell’arte delle attività di SGI.

Questo ruolo di Advisory Team è sempre più riconosciuto anche a livello internazionale, ad esempio nella Progettazione Europea, come dimostrano i vari progetti in cui SGI è impegnata in ruoli nodali: l’obiettivo è mettere le proprie competenze e professionalità specifiche a supporto delle Istituzioni, Enti pubblici e privati, startup e PMI.

Un altro settore in cui l’associazione è fortemente impegnata è quello della formazione e divulgazione delle competenze digitali in vari ambiti, dalla scuola al mondo del lavoro, dalla cultura alla cittadinanza, per contribuire a colmare il gap che ci vede ancora in una posizione arretrata rispetto ad altri Paesi in Europa.

Questo per consentire agli italiani di acquisire competenze necessarie per camminare di pari passo con i nostri concittadini europei, tenendo a mente un punto fermo: l’innovazione digitale deve essere etica e socialmente responsabile, perché, come avvertiva il professor Stefano Rodotà, «non tutto ciò che è tecnologicamente possibile, è politicamente ammissibile e giuridicamente accettabile».

Leggi il Programma SGI per il 2020, delineato dal Presidente Fulvio Ananasso nel corso dell’incontro annuale dei soci, svoltosi a dicembre 2019.