Proposto a UNINFO il profilo professionale del Geographic Information Manager

1645
GIM

Stati Generali dell’Innovazione ha inoltrato ad UNINFO, nell’ambito dell’inchiesta pubblica avviata per le Attività professionali non regolamentate – Profili professionali per l’ICT – Parte 3: Profili professionali relativi alle professionalità operanti nel Web (Codice progetto: E14D00033), la proposta per il profilo professionale della nuova figura del Geographic Information Manager.

I dati geografici digitali hanno assunto un nuovo valore, oltre a quello legato alla descrizione del territorio, delle sue caratteristiche naturali e delle attività antropiche. Infatti, detengono anche un forte ruolo di connettore e aggregatore di altre fonti di dati, funzione ormai indispensabile per creare e condividere nuove informazioni e conoscenze nella Rete. Tale ruolo va considerato soprattutto in prospettiva, legandolo all’ampio impiego dei dati geografici nel contesto di tecnologie in rapido sviluppo: fenomeno che può essere ricondotto all’emergente paradigma dell’internet of Everything.

I processi di creazione delle comunità intelligenti sono l’arena entro cui quest’altro frutto degli effetti della rivoluzione digitale sul mondo dei dati geografici si sta già manifestando.

Nell’ambito di tali processi complessi, dai molti e diversi stakeholder, la nuova figura professionale del Geographic Information Manager trova la sua collocazione più ambiziosa e proficua, per contribuire all’evoluzione del management dei dati geografici, sempre più basato su infrastrutture di dati interconnesse, secondo modelli distribuiti e smart, cioè efficienti per la produzione e per l’uso razionale dei dati geografici stessi.

La presentazione ad UNINFO del profilo professionale del GIM fa seguito all’invito ricevuto in occasione della presentazione pubblica del GIM, svoltasi il 18 giugno scorso presso la Link Campus University di Roma, alla presenza dell’Agenzia per l’Italia Digitale.

Ricordo che tutte le informazioni sul GIM e l’accesso a tutti gli strumenti (mailing list, canali social) per seguire e contribuire allo sviluppo di questa nuova professione sono disponibili sul sito dedicato, realizzato dalla redazione del geoblog TANTO.