“L’emergenza sanitaria di questi mesi lo ha fatto emergere con ancora maggiore chiarezza: promuovere sin dalla prima infanzia la conoscenza delle materie STEM e finanziarie, in particolare per le bambine e le ragazze, è fondamentale. Le disuguaglianze iniziano da piccole, ripartiamo dall’educazione”.

Con queste parole la Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti ha annunciato sulla sua pagina facebook il bando “STEM2020”, con cui l’Italia investe 2 milioni di euro per realizzare dal 1 luglio al 31 dicembre 2020 percorsi di approfondimento rivolti a bambine, bambini, ragazze e ragazzi dai 4 ai 19 anni.

Gli obiettivi principali sono favorire l’empowerment delle ragazze, stimolandole sin da piccole ad appassionarsi alle materie tecnico-scientifiche, a studiarle, affinchè possano competere sul mercato del lavoro del futuro, raccogliendone tutte le sfide; superare gli stereotipi e pregiudizi secondo cui il mondo delle materie STEM sarebbe esclusivamente per gli uomini; stimolare l’apprendimento di queste materie anche attraverso modalità innovative di apprendimento del metodo scientifico.

Le proposte progettuali sono destinate alle scuole di ogni ordine e grado,dall’infanzia fino alla secondaria superiore.

Gli ambiti formativi sono matematica, fisica, chimica, biologia, coding, economia, robotica, animation, scienze della terra e dell’ambiente, solo per citarne alcuni, ovviamente scelti in base all’età degli studenti e al tipo di scuola.

Link al bando “STEM2020”: http://www.pariopportunita.gov.it/wp-content/uploads/2020/06/BANDO-STEM2020_16062020.pdf