Geographical Information Manager: a che punto siamo e prossime tappe

1737

immagine GIMGennaio scorso, scrivendo su Stati Generali dell’Innovazione del Geographical Information Manager (GIM), figura professionale da inserire negli organismi d’indirizzo di processi “smart” di una città/comunità per dare impulso alla capacità di sfruttamento dei dati geografici digitali, si è fatto anche cenno ad un sondaggio in corso sull’argomento. La redazione di TANTO ha infatti interpellato circa cento persone (tecnici, funzionari pubblici, liberi professionisti, ricercatori, …), alle quali ha rivolto alcune domande per raccogliere opinioni e commenti su questa idea in embrione.

L’esito lusinghiero dell’iniziativa, sia in termini di partecipazione, sia di contributi raccolti, ha convinto gli amici di TANTO ad investire un po’ di tempo per organizzare spazi e strumenti per discuterne pubblicamente e provare a definire in maniera partecipata competenze e ambiti operativi di questa nuova figura professionale.

Per stimolare un’analisi condivisa è stato creato un unico documento, in cui sono stati riportati tutti i commenti  e le proposte raccolte con i questionari. E’ stata aperta una “mailing list/gruppo di discussione” per costruire insieme questa idea di nuova figura professionale e renderla concreta. La mailing list sta prendendo vita e sono già iniziate alcune discussioni, grazie proprio alla condivisione dei RAW data delle risposte al questionario. Il canale Twitter @biggimnow (hashtag #GIMnow), può rappresentare un ulteriore strumento utile di discussione. Inoltre, è stato “creato”  uno spazio su http://www.big-gim.it in cui raccogliere e sistematizzare il frutto del confronto sul tema del GIM.

Un primo incontro pubblico per discutere di questa figura professionale si svolgerà proprio questa settimana. Infatti, sabato prossimo, 27 marzo, dalle ore 15:30 alle 16:00, nell’ambito del raduno Spaghetti Open Data 2015, a Bologna presso l’auditorium delle Regione Emilia Romagna (Via Aldo Moro 18), è stato previsto un Barcamp in cui si parlerà del ruolo del GIM. Sarà una piacevole occasione in cui incontrarsi e discutere, in maniera informale, delle proposte e delle idee che sono nate a seguito di questa iniziativa della redazione di TANTO. Chi volesse iscriversi all’evento può farlo da qui.

Stati Generali dell’Innovazione segue con interesse il dibattito aperto in Rete sul Geographic  Information Manager. Insieme alla Redazione di TANTO, alle associazioni, comunità ed ai singoli interessati, avvalendosi del supporto dell’Università degli Studi “Link Campus University di Roma” proporrà l’organizzazione di un “tavolo di lavoro” sul GIM.  L’intenzione è quella di produrre in tempi ben definiti un position paper su questa nuova figura professionale, da sottoporre all’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID), perché possa esaminarne i contenuti ed esprimere proprie valutazioni in merito.