FESTIVAL DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE – La piazza virtuale della sostenibilità per il Piemonte Sud-Orientale – Asti, 25 maggio 2018

781

In occasione della seconda edizione del Festival promosso dall’Alleanza italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), il Polo Universitario Rita Levi-Montalcini, il Centro Studi sullo Sviluppo Rurale della Collina dell’Università di Torino, il Master in Sviluppo Locale dell’Università del Piemonte Orientale e l’associazione Stati Generali dell’Innovazione, hanno organizzato l’incontro pubblico per partecipare in contemporanea –insieme ad altre piazze d’Italia- all’evento nazionale Le Agende Urbane per lo Sviluppo Sostenibile, in programma a Bologna venerdì 25 maggio.

I centri urbani e i borghi delle Aree Interne del Piemonte Sud-Orientale avranno l’opportunità di aderire insieme alla giornata del Festival dedicata all’obiettivo 11 –Città/Comunità sostenibili- dell’Agenda ONU 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, raggiungendo la piazza virtuale della sostenibilità  al Polo Universitario “Rita Levi-Montalcini” di Asti.

L’incontro proporrà all’uditorio:

  • alcune attività di formazione attinenti allo sviluppo sostenibile svolte nell’area astigiana,
  • le iniziative intraprese da una rappresentanza degli attori di questo territorio in  tema di sviluppo sostenibile,

per promuovere il coinvolgimento in forma inclusiva e sistemica alle iniziative avviate da ASviS.

Una di queste, è riferibile proprio all’invito a dotarsi di un’Agenda per lo Sviluppo Sostenibile che l’ASviS rivolge a tutte le città e comunità locali, attraverso l’evento nazionale di Bologna.

L’auspicata creazione di una rete collaborativa tra tutti i partecipanti all’evento del 25 maggio al Polo Universitario di Asti può rappresentare una prima azione in risposta a tale invito. Comuni e comunità del territorio che fossero interessati a produrre una propria Agenda potranno trarre sostegno –in forme diverse- da questo contesto.

Inoltre, l’accresciuta e diffusa consapevolezza riguardo ai temi legati agli obbiettivi della strategia ONU 2030, potrà essere il risultato da condividere a livello nazionale in occasione della prossima edizione del Festival, passando dalla  “piazza virtuale” 2018 a diverse piazze reali dello sviluppo sostenibile tra le Langhe, Roero e Monferrato, nel 2019.