Evento annuale #SGI Bevagna 5-7 luglio: il racconto [day3]

385
Bevagna, basilica di San Silvestro, esterno (foto dell'utente di Wikipedia Mongolo1984)
Bevagna, basilica di San Silvestro, esterno (foto dell'utente di Wikipedia Mongolo1984)

Proseguiamo con il racconto della terza e ultima giornata dell’evento annuale della nostra associazione.

***

Domenica 7 luglio 2019 – mattina

Nell’ambiente rilassante dell’agriturismo “Poggio dei Pettirossi” si è svolta nella mattinata di domenica una discussione sulle attività ed iniziative di SGI, con dibattito tra i presenti sull’identità e futuro dell’Associazione. Sono emerse sostanzialmente tre istanze:

  1. Intensificare le iniziative in sede UNINFO (di cui come SGI siamo soci onorari), in collaborazione con altri soci UNINFO e SGI come Andrea Caccia e Domenico Natale, per partecipare a gruppi di lavoro rilevanti per gli scopi SGI e verificare possibilità di remunerazioni e progetti (nazionali e/o UE) che possano finanziare  i relativi costi.
  2. Onde coinvolgere maggiormente e incentivare associate/i in progetti e iniziative “identitarie”, un gruppo di lavoro formato da Myriam Ines Giangiacomo, Paola Santoro, Nicoletta Staccioli, … si occuperà di riflettere e produrre entro il 29 settembre p.v. un documento “metodologico” su come ideare, attivare e interagire in progetti e iniziative che riaffermino gli obiettivi e l’identità SGI — V. anche considerazioni / suggerimenti di Marco Calvo su come coinvolgere efficacemente sul web nutriti gruppi di ‘contributori’ volontari («uno scopo, un manuale su come dare un mano, una mailing list di coordinamento, … e alcuni progetti funzionano anche senza coordinatore»).
  3. A seguire le indicazioni dell’approccio metodologico così prodotto, un gruppo di lavoro formato da Fulvio Ananasso, Sergio Farruggia, Sandro Fontana, Paolo Russo, … “incrocerà” i settori di interesse (processi, applicazioni, tecnologie, …) con l’approccio metodologico, in modo da poter comunicare all’interno e all’esterno di SGI obiettivi strategici, iniziative e modus operandi che incentivino (nuovi e vecchi) socie/i all’orgoglio di appartenenza, in qualche modo considerando un “privilegio” (premium) far parte di SGI ed impegnarsi nei relativi progetti.

La piacevole due giorni di Bevagna si è conclusa con un momento conviviale di commiato, auspicando una ripetizione nel 2020 – a meno di altre candidature itineranti sul territorio -, possibilmente in concomitanza con il Mercato delle Gaite di Bevagna[1], competizione tra le quattro Gaite (quartieri) in cui Bevagna era divisa anticamente che richiama migliaia di visitatori nel piccolo ma bellissimo borgo umbro.

[1] Il Mercato delle Gaite è una manifestazione di rievocazione storica a cavallo delle ultime due domeniche di giugno, che ha lo scopo di ricostruire la vita quotidiana dell’uomo medievale (dal 1250 al 1350 d.C.)