Il 7 e l’8 ottobre nell’ambito della All Digital Week di Berlino si è svolto il workshop “Impara l’Arte del Crowddreaming”, dedicato a “Crowddreaming – i giovani co-creano cultura digitale”, un progetto Erasmus+ realizzato nell’ambito del bando annuale KA3 sull’inclusione sociale e i valori comuni.
Nel corso dell’incontro è stata presentata la prima demo che mostra in anteprima il funzionamento della web-app Europa Square, installazione digitale composta da 80 scene create dagli studenti delle scuole partecipanti al progetto, provenienti da 4 Stati europei: Italia, Grecia, Croazia e Lettonia.
Ogni scena rappresenterà un atto di ringraziamento ad un’altra nazione europea per l’invenzione di un elemento culturale che è diventato poi parte del patrimonio culturale comune europeo e della vita di tutti noi.
Grazie alla realtà aumentata Europa Square, nella versione finale, sarà sovrapposta ad altre 80 differenti piazze d’Europa, in modo che in ogni città delle scuole partecipanti ci sia un monumento digitale Europa Square.
La demo ha lo scopo di fornire una prima idea dell’esperienza di visita della piazza virtuale, possiamo infatti vedere alcune installazioni relative ai vari Paesi, collocate nella piazza della Galleria Nazionale a Berlino: gli schermi sulle sommità dei totem contengono esempi di quanto stanno realizzando gli studenti, guidati dai docenti. Cultura, musica, archeologia, letteratura, tradizioni popolari, prodotti più “pop”: sono tantissimi gli elementi che oggi costituiscono il patrimonio collettivo europeo, di cui ciascun Paese può dire “grazie” a chi lo ha prodotto, in uno scambio e arricchimento reciproco.
Potremo scoprirlo insieme ai ragazzi e ai docenti delle scuole partecipanti a “Crowddreaming – i giovani co-creano cultura digitale”: la realizzazione della piazza virtuale Europa Square è infatti un work in progress, man mano che le scuole inviano il proprio contributo – che può essere video, audio, di animazione, ecc – questo diventa un nuovo elemento integrante della grande cerimonia di ringraziamento che si terrà presso i monumenti digitali disseminati nelle piazze europee per celebrare il valore della natura transculturale dell’Europa.


Articolo precedenteImmuni, SGI: “Necessario un Piano Nazionale di e-health per la Sanità del Futuro”.
Articolo successivoWebinar “Blockchain: da Bitcoin ad Algorand”. Giovedì 19 novembre 2020