venerdì, Maggio 20, 2022
HomeNotizie"DREAM: prime prove di museater al Postimuseo di Tampere"

“DREAM: prime prove di museater al Postimuseo di Tampere”

Entra nel vivo il progetto Erasmus plus DREAM, acronimo di Digital Reality and Educational Activities in Museums, che promuove competenze digitali nell’educazione scolastica e conoscenza del patrimonio culturale, stimolando le relazioni e la conoscenza reciproca tra studenti e insegnanti degli Stati dell’Unione Europea. Quattro i Paesi europei coinvolti: Italia, Croazia, Portogallo, Finlandia.
“Il progetto mira a creare esperienze immersive di edutainment e risorse didattiche aperte di qualità, grazie alla collaborazione con i musei coinvolti, con l’obiettivo di stimolare gli studenti a creare una sorta di museo transnazionale digitale attraverso percorsi tematici interculturali europei”, spiegano i promotori, tra i quali Stati Generali dell’Innovazione.
Lo scorso febbraio si è svolto in Finlandia il secondo incontro in presenza tra i team dei vari Paesi partecipanti, con la finalità di formare 12 trainer – 2 per ogni partner – per operare come tutor per il corso per insegnanti delle scuole del primo ciclo.
Sono stati giorni di intensa attività e scambio di idee e conoscenze: il primo giorno della missione DREAM in Finlandia, nella città di Tampere, è stato dedicato alla presentazione del Training Toolkit, ideato e prodotto da Mapas das Ideias.
Nel pomeriggio tour del Complesso Museale Vapriikki e del POSTIMUSEO, museo specializzato fondato nel 1926, che presenta la storia delle poste finlandesi.
Il secondo giorno è stato dedicato all’approfondimento della Metodologia DREAM e alla preparazione di buone performance Museatrali grazie alla guida di Paolo Russo, coordinatore italiano del progetto per Stati Generali dell’Innovazione.
Russo ha poi guidato i partecipanti ad una seconda visita al POSTIMUSEO, aiutandoli a osservare e individuare i possibili elementi di interesse del patrimonio museale, da valorizzare e utilizzare per realizzare scene Museatrali. Un esempio concreto e molto efficace di come utilizzare in maniera ottimale il metodo DREAM. Sulla base di quanto appreso, i gruppi si sono messi alla prova e hanno realizzato la propria performance Museatrale nelle varie sale del museo.
L’ultimo giorno spazio all’esibizione delle varie performance create dai singoli team! Un percorso formativo che ha portato ad evidenziare insieme punti critici ed elementi da migliorare; inoltre il partner CTK Rijeka ha presentato il design della piattaforma.
Altro step importante si è tenuto a marzo: nel corso del TPM online sono stati rivisti lo stato dei due output (IO2- Museater an integrated digital open edutainment platform for DREAM Educators e IO3- DREAM course for primary school teachers) e definito le prossime importanti scadenze.
Il prossimo appuntamento con il progetto è ad aprile 2022, quando verrà lanciato il corso per i docenti delle scuole primarie.
#StayTuned!

 

RELATED ARTICLES

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Most Popular

Recent Comments