Dal 9 al 15 aprile la III edizione della Settimana delle Culture Digitali #SCUD2018

409
Diculther

Dal 9 al 15 di aprile, avrà luogo la Terza Edizione della Settimana delle Culture Digitali #SCUD2018.

All’indirizzo http://u.osmfr.org/m/204229/  è possibile consultare i primi eventi registrati nella Mappa #SCUD2018.

Si può registrare la propria iniziativa in https://www.diculther.it/blog/2018/03/02/eventi-organizzati-per-la-iii-edizione-della-settimana-delle-culture-digitali/

La #SCUD2018 consiste in una settimana di eventi dedicati al valore delle culture digitali in tutte le loro forme, organizzati dalle istituzioni afferenti alla Digital Cultural Heritage, Arts & Humanities School e da qualunque altra organizzazione aderisca al manifesto dell’iniziativa.

Sono previsti convegni, seminari, iniziative di orientamento, laboratori aperti, performance e ogni altra manifestazione o forma di comunicazione suggerita dalla creatività dei proponenti, purché efficace in funzione dell’obiettivo di divulgare una seria cultura digitale di base nell’ambito del DCH.

Saranno particolarmente gradite le iniziative che concorreranno al raggiungimento dell’obiettivo #DiCultHer per il #2018:  da “STEM” a “Digital SHTEAM” per rimuovere le barriere disciplinari e di genere nell’ecosistema delle Digital Science, Humanities, Technology, Engineering, Arts And Mathematics.

L’iniziativa è inserita nell’ambito delle manifestazione italiane per il 2018, anno europeo del patrimonio culturale#Europeforculture  #sharingheritage #Patrimonio2018.

Le Settimane delle Culture digitali sono dedicate al Prof. Antonio Ruberti, indiscusso maestro del dialogo nei differenti campi delle Scienze. Nella sue funzione di Ministro dell’Università e della Ricerca, Antonio Ruberti sin dal 1991 promosse le Settimane della Cultura Scientifica. E’ stato questo il primo passo di un camino di diffusione della cultura scientifica che, proseguito poi in ambito europeo nella sua funzione di Commissario europeo per la scienza, la ricerca e lo sviluppo tecnologico e l’educazione, lo ha portato a varare accordi con istituzioni internazionali, programmi europei e, quale naturale punto di arrivo del percorso, lo ha spinto a raccordare le iniziative dei singoli Paesi con l’istituzione della Settimana Europea della cultura scientifica.

Dedicare la Settimana delle Culture Digitale ad Antonio Ruberti è stato quindi un atto naturale per DiCultHer e vuole assumere il significato di raccordo e di continuità tra il grato ricordo per una vita dedicata interamente alla Scienza e alla diffusione della cultura scientifica e l’attuale apertura verso il paradigma digitale che, sempre di più e più profondamente, influisce sul nostro modo di vivere e di pensare la cultura.