YES, WE_STEMNell’ambito delle iniziative promosse dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca in occasione del “Mese delle STEM – Le studentesse vogliono contare!” (8 marzo – 8 aprile 2016) gli Stati Generali dell’Innovazione hanno promosso, attraverso la rete WISTER, la conferenza “Women Empowerment in STEM” (WE_STEM), che ha affrontato il tema della maggior presenza delle donne nell’ambito delle materie scientifiche identificate con l’acronimo STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics).

La conferenza WE_STEM, patrocinata dalla Commissione Europea, AIACE e Stati Generali dell’Innovazione, oltre ad avere offerto interventi di grande rilievo nel settore è stata anche un’ottima opportunità di confronto e di scambio di esperienze, progetti e buone pratiche tra i partecipanti soprattutto nell’ottica di avvicinare le ragazze alle STEM.

Al tavolo di confronto hanno partecipato scienziate, tecnologhe, ricercatrici, imprenditrici e  anche numerosi soggetti coinvolti nel proceAvvio lavori WE_STEMsso di accrescimento della consapevolezza al femminile in ambito STEM.

La conferenza ha inoltre individuato alcuni percorsi narrativi che confluiranno in un e-book dal titolo  “Women Empowerment in STEM” (WE_STEM) – da distribuire gratuitamente nelle scuole – per provare a superare la barriera che ostacola l’ingresso delle ragazze al mondo accademico e professionale in ambito STEM, le cui cause sono da individuare anche nei numerosi stereotipi e pregiudizi sociali che influenzano negativamente la percezione del potenziale di crescita individuale in ambito scientifico e tecnologico.

Eventuali richieste di contribuire come autori all’e-book possono essere proposte entro il 25 marzo 2016 all’indirizzo email info@statigeneralinnovazione.it con le seguenti modalità:

Oggetto della mail: E-book “WE_STEM”: richiesta di partecipazione. Nel testo andranno specificati i seguenti parametri: titolo del capitolo, tipologia del contributo e un mini abstract di 3 righe che sintetizzi i contenuti, mini bio come autrice/autore di max 300 battute spazi inclusi. Saranno necessariamente escluse proposte di contributo pervenute dopo il 25 marzo.

Il programma e le adesioni alla conferenza dell’8 marzo si trovano qui.

Il racconto social della giornata, invece, lo trovate in questo storify.