Dopo il successo dell’anno scorso, ben 13 eventi sparsi per il territorio nazionale e solo gli USA nel mondo ne hanno organizzati di più, anche quest’anno per l’International Open Data Day, l’Italia si mobilita.

Ad oggi sono oltre 20 gli eventi programmati in Italia in occasione di questagiornata su città di tutta Italia, da Sud a Nord: Albano, Bari, Bologna, Cagliari, Cosenza, Ferrara, Lecce, Matera, Napoli, Palermo, Pignola, Prato, Roma, Tolentino, Torino, Trento, con convegni, incontri di studio, hackathon, monithon. E ancora in queste ore si aggiungono nuove iniziative e nuove città.
Sul wiki internazionale e sul sito www.opendataday.it il programma aggiornato della rete degli eventi, che vede anche quest’anno Roma come la città che ospita all’Archivio Centrale dello Stato l’evento HUB della giornata, con i collegamenti alle altre sedi e gli streaming a cui si potrà accedere sulla piattaforma Streamago dal sito opendataday.it, i risultati della rilevazione dell’Istituto Piepoli sui cittadini e gli Open Data, racconti delle iniziative in corso anche nei progetti europei e la presentazione dell’Istituto Italiano per gli Open Data, che si costituisce in questi giorni, ad oggi con oltre venti organizzazioni fondatrici, tra associazioni e imprese che operano nel settore degli Open Data.

Il Comitato promotore (www.opendataday.it)

L’Agenda dell’evento HUB di Roma è all’indirizzo http://opendataday.it/agenda-evento-hub-roma-2014/

Informazioni sull'autore

Lascia un commento