Abolizione del monopolio Siae sull’intermediazione dei diritti d’autore, diffusione del software libero nella PA e nuova procedura di assegnazione delle frequenze con eliminazione del beauty contest. Sono tre delle 15 proposte di emendamento al decreto liberalizzazioni, presentate oggi in una conferenza stampa al Senato dalle associazioni Agorà Digitale, Articolo 21, Associazione Italiana Internet Provider, Associazione Italiana per l’Open Government, Assoprovider, Altroconsumo, Istituto per le Politiche dell’Innovazione, Libertiamo, Stati Generali dell’Innovazione (Sgi) e lo Studio Legale Sarzana. Obiettivo del pacchetto, come ha spiegato Luca Nicotra di Agorà Digitale, è “quello di eliminare al più presto i vincoli e gli ostacoli per chi vuole fare innovazione in questo Paese”.

continua a leggere su: Corriere delle Comunicazioni

Informazioni sull'autore

1 commento su “Agenda digitale: ecco le 15 proposte delle associazioni Ict”

Lascia un commento