Archivio della categoria: Opinioni

Agenda Digitale progetti al palo: quanto ancora NON si spende

steve-jobs-coding

Sentiamo sempre più spesso parlare di , Smart City, infrastrutture tecnologiche, connettività e digital divide, banda larga, green economy, open data e open source.. Sono tutti temi legati all’Agenda Digitale: un progetto nato concretamente in Europa e diffuso in tutti paesi aderenti all’Unione.

Il punto è che diventa sempre più obbligatorio realizzare questo progetto per cui l’Europa destina fondi,  sia per incoraggiare i paesi europei all’implementazione delle nuove politiche di sviluppo e coesione soprattutto in tempi di crisi economica, sia perchè la globalizzazione impone una rinnovata vision sociale, e va gestita anche in quei paesi più legati alla tradizione recentissima.

Questo l’aspetto sociologoco. Vediamo, adesso, entrando più nel dettaglio.

L’Agenda Digitale si sviluppa soprattutto nell’intento di creare reti di servizi ai cittadini, a basso costo e a basso impatto ambientale. Ma per far questo è necessaria una diffusione capillare dell’accesso ad Internet. Continua a leggere

Innovazione e problematiche ambientali

green-economy1

– Bianca Clemente

La relazione tra ambiente ed economia diventa sempre più stringente. Le attività umane, soprattutto di tipo imprenditoriale, non riescono ad amalgamarsi più nell’ambito del sistema naturalistico terrestre. E se l’orsa Daniza, aumenta la sua aggressività – costretta ad un radio collare che certamente non capisce ma la spaventa, costretta a nutrire i figli in presenza di scarsità di risorse o riduzione di territorio naturale – l’uomo non è da meno.

Le notizie di questi ultimissimi anni – crisi economica a livello mondiale, cambiamenti climatici, globalizzazione e aumento della criminalità in generale –  ci spaventano, proprio come lo era l’orsa Daniza, e a fronte di ciò possiamo avere due tipi diversi di reazioni : aumentiamo l’aggressività sociale o ci deprimiamo al punto tale da rivolgere sul nostro stesso fisico l’aggressività derivante dall’insicurezza, faccio riferimento agli aumenti di suicidi anche in classi agiate o relativamente agiate.

Il conflittuale rapporto uomo-ambiente è questione annosa ma bisogna ben tenere a mente che non è il mondo animale o vegetale ad inquinare e distruggere gli equilibri, è l’uomo che ha questa caratteristica. Continua a leggere

VOGLIAMO ANCORA L’ITALIA NEL REGISTRO INSPIRE

italy_in_inspire_registryBen 4 mesi fa chiedevamo una cosa dovuta e utile: che anche l’Italia fosse presente nel registro INSPIRE.

Non è cambiato nulla e questo incomprensibile stallo non è stato ancora superato. Ma c’è una novità e vi chiediamo di darci una mano a sostenerla e diffonderla.

La notizia di questa carenza di attuazione della normativa è arrivata a un gruppo di parlamentari trasversale allo schieramento politico che è interessato/competente sulle tematiche dell’innovazione tecnologica. L’onorevole De Lorenzis l’ha fatta sua e ha redatto questa interrogazione parlamentare, in cui chiede al Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare “quali iniziative intenda assumere al fine di ottemperare all’obbligo di implementazione e integrazione nel portale europeo dei servizi descritti in premessa come richiesto dalla direttiva Inspire e dal **relativo decreto di recepimento della stessa”.

La recente campagna affinché l’Agenzia delle Entrate facesse quanto dovuto nei confronti della comunità OpenStreetMap, ha tra i tanti pregi quella di farci sentire più forti.

Noi scriveremo nei social network:

  • @minambienteIT @glgalletti vogliamo l’Italia nel registro INSPIRE e vogliamo una risposta http://bit.ly/italy4inspire #italy4INSPIRE

Fatelo con noi!

Stefano Laurenti

Stanotte è mancato Stefano Laurenti, uno dei fondatori dell’Associazione Stati Generali dell’Innovazione e tesoriere fino al 2013.
Viene a mancare uno degli animatori dell’Associazione, che con grande competenza, umanità e generosità ha molto contribuito al suo sviluppo.
Soprattutto, viene a mancare un grande amico.