Archivio della categoria: Opinioni

Lo storify sull’open talk “Smart working. La creatività connettiva del coworking urbano”. Nuova tappa della road map di #RomaSmartCity

In questo link trovi lo storify in versione estesa e qui il video post-streaming dell’open talk.

L’Informazione Geografica e le questioni di genere

geo gender

Hashtag: #gendergeo

Oggi, 5 marzo, Sul blog TANTO è stato pubblicato un post sulle tematiche di genere nell’ambito del settore della Geographic-IT.

Stati Generali dell’Innovazione contribuisce alla diffusione di quest’articolo e, insieme ad altre associazioni, vuole richiamare l’attenzione sull’importanza di una discussione sull’argomento illustrato, per orientare anche questo settore verso una maggiore consapevolezza nei riguardi della gender mainstreaming, strategia -sancita a livello internazionale (ONU, 1985) e introdotta in modo vincolante anche in ambito UE, che contribuisce a considerare il tema delle disparità di genere non soltanto come problematiche delle donne ma come opportunità per agire in tutti gli ambiti della vita dei singoli e sociale, perseguendo il perfezionamento dell’individuo e il bene comune.

Grazie in anticipo a chi lascerà un commento qui di seguito o sul blog TANTO, oppure usando l’hashtag: #gendergeo

I contributi che perverranno saranno utili per conoscere le problematiche, capire i bisogni, cogliere le opportunità legate alla dimensione di genere del mondo geo-IT.

Lettera al nuovo Governo sulla burocrazia

Digitalizzare la pubblica amministrazioneC’è un nuovo Governo e, come a Natale, gli si manda una letterina. Questa non è una di quelle che scalda il cuore delle masse: parla di burocrazia e digitalizzazione.

Non è emozionante, lo ammetto. E questo fatto è parte del problema. Se alla efficienza della nostra macchina burocratica gli Italiani dedicassero un briciolo di passione e competenza che dedicano ad altre attività, l’Italia sarebbe il Paese più competitivo d’Europa, le aziende straniere verrebbero a investire molto più facilmente (se non ricordo male, siamo al penultimo posto in Europa), e noi e i nostri figli troveremmo lavoro molto più facilmente. E invece no, non ci appassiona.

Vediamo se andando subito al dunque riesco a sollecitare qualche commento.

Primo: la burocrazia da un lato uccide (ovvero provoca morti, reali, non metaforiche), intralcia il lavoro delle aziende e fa tribolare i cittadini, ma dall’altro, va detto per non sprofondare nel pessimismo, si razionalizza e si rende molto più gestibile senza bisogno di spendere cifre altissime, anzi risparmiando, giacché come è facile intuire la burocrazia inefficiente è anche molto costosa; Continua a leggere

Perché esiste la visura camerale?

Perché esiste la visura camerale?Sono anni (circa 20) che partecipo a convegni sulla informatizzazione della Pubblica Amministrazione, ho assistito agli interventi di noti esperti che illustravano i vantaggi di un sistema unificato di accesso alle risorse on-line della Pubblica Amministrazione (in contrapposizione allo scenario attuale, nel quale i cittadini sono costretti a barcamenarsi fra decine e decine di account diversi). Ho guardato grafici in cui si illustrava il numero di vite umane salvate dalla auspicabile affermazione della cartella clinica digitale (standard e interoperabile, per favore). Mi è stato spiegato quanto diventerebbe più semplice la vita con la carta d’identità elettronica, che a vari lustri di distanza è ancora un “esperimento”.

Passano gli anni, o meglio i decenni, e non se ne viene a capo. Nei momenti di sconforto viene da pensare di essere governati da inetti. Ma sono testardo, e voglio credere che se mettiamo insieme un po’ di persone intelligenti, un qualche interlocutore politico volenteroso – e magari competente – riusciamo a trovarlo.

Questa volta però, vi prego di assecondarmi, non mi occuperei di grandi progetti. Non dobbiamo sponsorizzare la creazione di un sistema di accesso unificato per tutte le risorse della Pubblica Amministrazione, perché magari dà fastidio a qualche azienda appaltatrice e a qualche amministratore di sistema. Non dovremo nemmeno sostituire il certificato antimafia, che oggi è un pezzo di carta autocertificato perfettamente inutile (e falsificabile), con un database gratuito, non falsificabile e aggiornato in tempo reale. Perché potrebbe dare fastidio alle organizzazioni criminali. Non parliamo nemmeno delle cartelle cliniche digitali, sono affari milionari che le multinazionali presidiano con le lupare. Continua a leggere

Le proposte da condividere con gli eletti in Parlamento

Ecco le slide con le proposte da condividere con gli eletti in Parlamento (nel wiki c’è un primo elenco, da aggiornare), presentate alla terza riunione della Consulta Permanente dell’Innovazione,  con l’obiettivo di proseguire il percorso avviato con la Carta d’intenti per l’Innovazione e provare a finalizzare alcune proposte legislative.