Archivio dell'autore: Redazione

SGI al Convegno Digiconsum “Gli italiani e la Pec: un amore possibile?”

SGI partecipa al Convegno organizzato da Digiconsum, socio SGI, sull’utilizzo della PEC in Italia anche sulla base dei risultati dello studio “Posta elettronica certificata. Le discussioni sul web” condotto da Esakube. Il  Convegno avrà luogo presso la Sala della Mercede della Camera dei Deputati il 10 dicembre alle 16 e 30.

Qui per maggiori dettagli il comunicato stampa di Digiconsum

Continua a leggere

SGI al Barcamp della Camera sul Turismo

L’Ufficio stampa e comunicazione della Camera dei deputati organizza il suo secondo Barcamp: si terrà mercoledì 19 novembre nell’Aula dei Gruppi Parlamentari, in Via di Campo Marzio78, dalle 9.30 alle 17.

Questa volta il tema, scelto in collaborazione con l’Intergruppo parlamentare per l’Innovazione, è quello del futuro del turismo nel Belpaese.

Il turismo è importante per l’economia del nostro Paese, vale l’11,6% dell’occupazione nazionale e il 10,3% del pil. Ma si può e si deve fare di più. Siamo quasi assenti, come pubblico e come privati, da un mercato online in forte crescita, diluendo gli investimenti di promozione sui brand regionali. Siamo ancora la meta più desiderata, ma non acquistata. Continua a leggere

Presentazione eBook WISTER-SGI in Senato mercoledì 29 ottobre ore 11.30

Qui si può seguire, a partire dalle 11 e 30 di oggi 29 ottobre, lo streaming della presentazione dell’eBook “La rete e il fattore C – competenze, consapevolezze, conoscenze” della collana WOW (World of Wister), realizzato a cura di Sonia Montegiove, Emma Pietrafesa (coordinatrice editoriale), Flavia Marzano.

 

o anche dal link de La Nuova Ecologia

#sbloccalagenda – Le priorità per l’innovazione da portare nella Legge di Stabilità

COMUNICATO STAMPA

#sbloccalagenda

A Roma la “Consulta permanente per l’innovazione”

10 punti da portare nella Legge di Stabilità per rispondere ai bisogni digitali del Paese
e sostenere l’economia di nuova generazione

Liberare risorse stimolando l’adozione di software open source e riutilizzabile, la condivisione dei dati fra le pubbliche amministrazioni, il rating degli enti territoriali al fine di moltiplicare le pratiche più virtuose di governance. E individuare gli investimenti utili a diffondere la cultura digitale, promuovere modelli innovativi nella sanità, centrare gli obiettivi europei per la banda larga. Sono i punti salienti del documento messo a punto dalla “Consulta permanente dell’innovazione” per portare la strategia digitale, attraverso la Legge di stabilità, al centro dell’azione di governo. Se ne è discusso ieri a Roma, nella sala Mercede della Camera, alla presenza di numerosi rappresentanti del mondo delle imprese, della ricerca e della formazione, della pubblica amministrazione e delle forze politiche.

L’incontro, promosso dall’associazione “Stati Generali dell’Innovazione”, ha rappresentato il momento di sintesi di un processo collaborativo realizzato on line durante gli ultimi mesi, che ha portato alla stesura di una bozza in dieci punti per il risparmio (i primi sei) e gli investimenti prioritari in materia d’innovazione e strategia digitale (gli ultimi quattro): 1) Adozione software open source nella PA; 2) Promozione del riuso del software; 3) Promozione sharing Knowledge, scambi buone pratiche e competenze tra PA, standardizzazione; 4) Sostegno della cooperazione in tema di dati territoriali della PA; 5) Introduzione di software “as a service”, cioè cloud, in modalità bottom-up; 6) Adozione di un modello di rating della governance pubblica; 7) Programma nazionale per le competenze digitali e l’imprenditorialità giovanile;  8) Programma nazionale per l’innovazione digitale in sanità; 9) Azioni per sostenere il mercato interno dell’Informazione geografica digitale; 10) Banda larga.

Continua a leggere